Roma, caput mundi!
Piazza San Pietro e la sua Basilica

Roma, caput mundi!

Roma caput Mundi! Ovvero “Roma capitale del mondo”, il termine coniato nell’antichità per definirla come la capitale del mondo antico, o almeno conosciuto fino a quei tempi, in cui l’impero romano era glorioso e splendente.
Ancora oggi Roma, e tutta l’Italia, portano i segni di quell’epoca gloriosa con strade, monumenti e viadotti che ci ricordano, dopo migliaia di anni, quanto fosse ampio l’impero e quanto la gente dell’epoca avesse pensato a rendere il più efficiente possibile il sistema dei collegamenti e delle infrastrutture per raggiungere anche i confini più remoti del regno. Molti di questi oggi sono conservati ancora in ottimo stato e sono, in alcune zone, vie di collegamento strategiche soprattutto in contesti naturali complessi dove non è facile mettere mano con nuove infrastrutture.

Ebbene, non è difficile capire quanto Roma fosse splendente ai tempi dell’impero… è evidente anche guardandola oggi. Credo che Roma sia la città più bella del mondo. Nessuna metropoli al mondo può vantare il patrimonio artistico della nostra capitale. Roma è un museo a cielo aperto. Ovunque ti giri respiri la storia e resti incantato da quello che si presenta ai tuoi occhi. Molto di questo fascino è dovuto anche alla Chiesa naturalmente, visto che Roma “contiene” anche la città del Vaticano, che da sola vale una buona parte del patrimonio culturale ed artistico della capitale. Tante delle chiese e dei suoi edifici li dobbiamo anche al Papa ed alla chiesa, che avendo la sua sede qui, si è da sempre prodigata per il suo splendore.
E parlando proprio di chiese, beh…c’è solo l’imbarazzo della scelta. Si parte proprio da quella principale, la chiesa di tutto il mondo cattolico, ovvero la Basilica di San Pietro. Per chi vede la piazza e la chiesa per la prima volta è un bel colpo. Non si può non restare estasiati da tanta bellezza! La piazza circolare con il colonnato bianco, le statue e la basilica di fronte è una visione quasi celestiale. Da un senso di imponenza e maestosità. Dentro, la basilica è un concentrato di storia e di opere d’arte incredibili che agli appassionati del genere non basterebbe una giornata per contemplare.
C’è veramente poco da dire, se non rimanere sbalorditi arrivando da Castel Sant’Angelo (anch’esso spettacolare) su via della Conciliazione che costituisce il corridoio coreografico di accesso a Piazza San Pietro. E’ semplicemente “divino”. E poi ci sono tutte le altre chiese e monumenti cattolici disseminati per Roma. Potrei partire dalla Basilica di Santa Maria Maggiore (vicino alla stazione Termini) una delle mie preferite, per proseguire poi con San Giovanni in Laterano, il Pantheon, San Giovanni fuori le mura, Santa Maria degli Angeli e dei Martiri…per citare solo quelle che ho visto e le più famose che si possono incontrare semplicemente passeggiando per la città.
Poi passiamo ai monumenti storici di epoca romana. Primo fra tutti…il Colosseo. Se si arriva da piazza Venezia, percorrendo poi via dei Fori Imperiali si può ammirare Roma in tutta la sua essenza. Sia da una parte che dall’altra, via dei Fori Imperiali offre resti di un’epoca storica e di un impero che sono incredibili. Un vero museo a cielo aperto! Per arrivare poi al Colosseo che è immenso ed immensamente bello. Dal Colosseo poi, è d’obbligo dirigersi verso un’altra grande opera romana: il Circo Massimo. Questo luogo è immenso ed è usato usato infatti anche per manifestazioni e concerti, ed il contesto storico con le rovine Palatine sullo sfondo è stupefacente. Poi ancora abbiamo il Tempio di Adriano e il Teatro Marcello, solo per citarne due.

Ma non è mica finita qui. Vogliamo parlare delle piazze di Roma? Ne esistono altre simili al mondo? Non credo. Ed allora eccone una carrellata:

Piazza di Spagna – la più bella e la più fotografata con la sua scalinata di Trinità dei Monti, è il fiore all’occhiello della città e le sue vie, coi negozi alla moda che la circondano, la rendono il salotto borghese della città;
Piazza del Popolo – con le sue 2 chiese quasi gemelle di Santa Maria in Montesanto e Santa Maria dei Miracoli e la mitica terrazza del Pincio che la domina. La piazza è immensa ed infatti anch’essa è molto gettonata per concerti e manifestazioni;
Piazza Navona – con le sue chiese da un lato, i bar e ristoranti dall’altro e le fontane capolavoro del Bernini alle sue estremità, è una delle mie preferite;
Campo dei Fiori – per respirare la vera romanità non si può non passare dalla piazza di campo dei Fiori e passeggiare per il suo mercato;
Piazza Venezia – sterminata e con l’altare della patria a dominarne la scena, è forse la più maestosa;
Piazza Repubblica – merita una citazione in quanto vicina alla stazione Termini e snodo principale del traffico cittadino. Da qui parte anche Via Nazionale, sede di importanti palazzi della politica ed economici come la Banca d’Italia.

E poi, passiamo appunto agli edifici politici. Roma essendo capitale è ovviamente la sede del Parlamento e quindi il palazzo e la piazza di Montecitorio sede della camera dei deputati. Palazzo Madama, sede del senato. Palazzo Chigi, sede del governo in carica. E poi il palazzo del Quirinale, la dimora del Presidente della Repubblica, con la sua coreografica piazza e le scuderie di fronte all’entrata principale, sul lato opposto.
Inserita tra le viuzze che fanno da contorno a questi splendidi palazzi storici non possiamo dimenticarci della Fontana di Trevi. Famosa e rinomata nelle scene di molti film storici e per qualche turista, che ogni tanto ci si tuffa senza permesso.
Sempre in questa zona non possiamo poi dimenticare le vie dello shopping e quindi via del Corso che da piazza del popolo va fino a piazza Venezia. Altra zona per lo Shopping è quella di Viale Giulio Cesare, intorno alle fermate della metro di Lepanto ed Ottaviano.
Meritano una menzione anche i ponti sul Tevere, fra tutti scelgo Ponte Sant’Angelo che si trova di fronte a Castel Sant’Angelo appunto, e ponte Milvio, famoso per i suoi lucchetti degli innamorati citato anche in “3 metri sopra al cielo”.

Roma poi è ricca di musei e gallerie. Cito in particolare i Musei Vaticani avendoli visitati. Sono veramente stupefacenti. Delle collezioni e delle sale spettacolari. Dei corridoi che trasudano storia. Uno sfarzo ed un’eleganza che incantano. Ma Roma è piena di musei sia nelle chiese che nei suoi centinaia di palazzi storici e politici. C’è solo l’imbarazzo della scelta per gli appassionati.

Per ultimo, ma non per ultimo, il quartiere di Transtevere merita senz’altro di essere citato. E’ il cuore della movida cittadina con locali, bar, ristoranti e trattorie tipiche. E’ il quartiere più popolare della zona per così dire “centrale” e qui si respira forse la vera romanità. Nei week end, in particolare, bisogna fare quasi a gomitate per farsi spazio fra le sue vie e spesso per mangiare bisogna aspettare parecchio, soprattutto se non si è prenotato. Personalmente amo questo quartiere per la sua confusione e la sua tipicità romana.

E parlando di ristoranti e di attese, beh…come non citare anche la cucina. Una scuola, quella romana, che di sicuro non bada a diete in fatto di gusto, ma sicuramente è stata da sempre attenta al portafoglio. I piatti sono “poveri” se si guardano gli ingredienti, poco costosi, ma infinitamente buoni. Vogliamo parlare della pizza romana con la mortazza? Delle sue paste alla carbonara, alla amatriciana, alla gricia o cacio e pep? Della coda alla vaccinara o del carciofo alla giudia? Ce n’è per tutti i gusti!

Per concludere, ma di cose da dire ce ne sarebbero molte altre, parliamo dei trasporti di Roma e di dove è meglio soggiornare. Se si arriva a Roma in treno, è sicuramente meglio prediligere la stazione Termini alla Tiburtina. Si arriva in centro e si hanno tutti i mezzi a disposizione, dai taxi, ai bus alla metro. Per chi non ha grosse pretese, si può anche soggiornare in uno dei tanti hotel a 2-3 stelle appena fuori dalla stazione. La zona non è proprio il massimo, tra negozi etnici, cinesi, indiani, bazar mediorientali e una confusione proprio da zona turistica inflazionata e di servizio, ma offre accettabili soluzioni soprattutto a livello economico.
Forse la zona migliore per soggiornare è quella dietro al Vaticano, proprio quella vicino alle fermate Ottaviano e Lepanto. Qui tanti B&B e piccoli hotel a conduzione familiare possono offrire comodità, accessibilità ai mezzi e un’offerta commerciale di buon livello. Soprattutto alla sera la zona è molto tranquilla, quindi ottima per riposarsi, ed offre però anche tanti ristoranti e trattorie di ottima qualità per mangiare.
Non nascondo che spostarsi coi mezzi a Roma, non è semplice. Ci tengo a sottolineare che Roma va vista a piedi. Sia perché la si può godere appieno e vedere tutto quello che offre, sia perché purtroppo la metro passa abbastanza distante dai luoghi di maggior interesse e dal centro politico della città. Quindi la metro è utile per arrivare vicino alle zone principali, ma poi si deve camminare. L’alternativa quindi (forse l’unica) è quella di prendere i bus mettendo in conto il caotico traffico cittadino e quindi tempi di percorrenza non sempre veloci.

In conclusione del mio post romano, non posso non mettere la già citata terrazza del Pincio. Salendo qui da piazza del popolo si ha una visuale quasi completa su Roma. E’ bellissima la sensazione di avere Roma ai tuoi piedi. Ovviamente al tramonto (vedi mio articolo sui tramonti) l’atmosfera è ancora più suggestiva.
Il patrimonio artistico e culturale della nostra capitale non ha eguali al mondo. Roma è Roma…punto. Le altre metropoli mondiali sono giovani, all’avanguardia, tecnologiche e piene di grattacieli..ma sono un altro tipo di città e non credo si possano fare paragoni, sono troppo diverse. Qui invece è d’obbligo conservare al meglio i resti del passato e le sue spettacolari creazioni arrivate fino ai giorni nostri che continuano ancora oggi ad essere scoperte appena si cerca di scavare sotto al suo suolo.

Lascia un commento

2 + due =

Chiudi il menu

Ti piace il Blog? Condividilo!