Quasi Perfezione? …Isola D’Elba!


Per il nostro tour nelle vacanze made in Italy  ma soprattutto made in Toscana, causa covid, eccoci a trascorrere una settimana all’ Isola d’Elba.
Sembrerà strano, ma né io né Benedetta (nonostante lei sia toscana) ci siamo mai stati. Raggiungerla è molto semplice, 50 minuti di traghetto da Piombino ed il gioco è fatto. Ovviamente potete imbarcare la vostra macchina. Per chi ne ha facoltà, anche la moto è ottima. Oppure il consiglio è quello di noleggiare uno scooter (almeno 125cc) sull’ isola…secondo noi è molto più veloce spostarsi con questo mezzo, soprattutto per questioni di parcheggio nelle spiagge più remote e belle che, in particolare tra luglio ed agosto, diventano affollate.
Se avete intenzione di prenotare in qualche struttura alberghiera o B&B, molte hanno convenzioni dirette coi vettori navali e quindi potete risparmiare (come nel nostro caso) anche cifre considerevoli rispetto al prezzo base. Noi abbiamo preso Blu Navy che era convenzionata col nostro hotel e ci siamo trovati bene.
Per il soggiorno abbiamo optato per il Country Hotel da Pilade. Si trova nella zona tra Capoliveri e Porto Azzurro che a nostro giudizio è la migliore dell’isola dal punto di vista strategico. L’hotel offre 3 formule adatte a tutti: Hotel (da sfruttare in sola colazione o mezza pensione), Aparthotel dove potrete usufruire anche di un angolo cottura in camera, e appartamenti. Il tutto è corredato da tanto verde, ulivi e macchia mediterranea, una piscina molto grande con lettini ed ombrelloni e tanto parcheggio. Ultimo (ma non ultimo) il ristorante è degno di nota, soprattutto per le sue specialità di carne e pesce fatte alla brace, ma anche per molto altro. Si segnale anche una cucina ed una colazione che offrono varietà anche per chi è celiaco…non poco direi.

 

Hotel De Pilade

Ritorno un attimo sulla posizione strategica. La zona tra Capoliveri e Porto Azzurro è la più animata e la più carina. Capoliveri è un piccolo borgo arroccato in cima alla collina da cui si ha una vista spettacolare su buona parte dell’isola ed ottimo punto di vista anche per i tramonti. Molti i piccoli ristorantini ed i bar tra le sue vie, nonché i negozietti di artigianato. Alla sera è piacevole passeggiare per le sue stradine illuminate.

 

Capoliveri

Porto Azzurro è sicuramente la più movimentata. Di sera si popola e ci sono anche tante bancarelle per le sue vie. E’ la più giovane e la più viva.

 

Porto Azzurro

Tante belle spiagge in questo angolo di isola: 

– Lido di Capoliveri, sabbioso e ampio con tanti stabilimenti e tanto spazio per adulti e bambini. Acqua trasparente che digrada dolcemente. –

– Spiaggia degli stecchi (e zona limitrofa) una piccola caletta tra gli scogli con un’acqua incredibile. Lo spazio è pochissimo, ma lungo il sentiero che porta alla cala e costeggia il mare fino a cala Madonna vi è la possibilità di scendere lungo varie insenature e trovare il proprio angolo di paradiso. Vale la pena fare un giro qui. 

– Spiaggia di Morcone, spiaggia di sabbia scura con acqua trasparente, stabilimenti e bar. Famose nella zona anche le spiagge di Barabarca e Zuccale che però noi non siamo riusciti a vedere.

Il meglio delle spiagge però si trova a Nord dove poco sopra a Porto Ferraio abbiamo una serie di calette di sassi bianchi una più meravigliosa dell’altra. Si parte dalla Spiaggia di Sansone più a ovest, per continuare poi con Cala della Sorgente, e poi Sottobomba, Capobianco e le Ghiaie. Sono tutte bellissime e tutte molto simili. Scenograficamente Capobianco e Sansone sono le più suggestive. Il mare è comunque incredibile ovunque qui…provare per credere. Il problema qui sono i parcheggi. In alcune sono presenti parcheggi a pagamento (10-15 il giorno intero) ma sono piccoli, dovete quindi arrivare presto. In altre invece (come a Sansone) dovete parcheggiare in strada prima di iniziare la discesa a piedi…spesso molto lontano dall’inizio del sentiero ed in molti punti a “rischio multa”.
Sempre vicino a queste spiagge consiglio anche la Biodola. Spiaggia di sabbia bianca, ampia e ben servita con acqua trasparente e vista tramonto.
Merita una visita l’estremo ovest dell’isola a Sant’Andrea. La spiaggia è veramente una perla. Il paesino non offre molto però. Seguendo però la costa ovest, la strada a strapiombo sul mare offre panorami indimenticabili ed una vista fino alla Corsica stupenda. I suoi tornanti sono un piacere da guidare in tranquillità.
Altre spiagge degne di nota nella parte sud sono Cavoli e soprattutto Fetovaia. Fetovaia è di sabbia bianca con acqua digradante. Una baia abbastanza piccola e sempre stra-piena di gente. Però è veramente favoloso fare il bagno tra le sue acque. Anche qui parcheggio in spiaggia 15 euro al giorno…non proprio economico, ma non ci sono altre soluzioni.

 

Per gli Amanti dei tramonti oppure della serie tv ” IL BARLUME ” , non potete perdervi il paese di Marciana Marina. Le immagini dicono tutto, o forse no…

 

Una curiosità su questa bellissima isola: è ricchissima di un materiale fondamentale in architettura: il granito. La sua estrazione e lavorazione sono di origine romana, e questa tradizione è ancora viva sull’ isola grazie alle cooperative di scalpellini che sono nate nella zona del Monte Capanne, nella parte occidentale dell’Isola.

Tanti monumenti famosi devono parte della loro bellezza proprio al granito dell’Elba: racconta il Vasari che ben 7 delle colonne del Pantheon sono “nate” proprio a Seccheto, così come molte colonne del Duomo di Pisa e del suo Battistero (nell’XI secolo erano proprio i Pisani a possedere l’isola e a lavorare nelle sue cave) e altre nella chiesa di S. Michele in Borgo e in quella di S.Frediano.

E ricordate: Napoleone la scelse per l’ esilio.

RAGIONATECI SOPRA!