Italia, intorno a te.


Visti i tempi cerchiamo di essere ottimisti. Esclusa ormai l’ipotesi (salvo ripensamenti ma vista la situazione mondiale siamo abbastanza pessimisti) di poter trascorrere vacanze fuori dall’ Italia, speriamo almeno di poterci muovere nel nostro paese in “libertà”. Libertà ovviamente condizionata al buon senso e all’ attenzione nei comportamenti e nei contatti interpersonali… ma pur sempre in libertà. Di questi tempi sarebbe già molto.

Pensando quindi a questa alternativa, vogliamo proporre alcuni itinerari alla scoperta del Bel Paese, in modo da scoprirne (o riscoprirne) i segreti e le bellezze che lo contraddistinguono e che tutti ci invidiano. Inoltre, così facendo, sosteniamo l’economia turistica (e non solo) in questo momento difficile per tutti.

Ecco quindi un tour d’Italia da nord a sud pensato soprattutto per chi ama il mare come noi, dal quale trarre spunti utili per la prossima estate. Ognuno ne può prendere la parte che più gli interessa e programmare un viaggio senza troppi fronzoli. Basta un’auto, pianificare bene il tempo a disposizione ed il budget. Il passo seguente sarà prenotare alberghi, appartamenti o B&B (a seconda delle proprie disponibilità ed esigenze) ed il gioco è fatto! Magari avremo anche dei buoni vacanza da spendere in Italia e questo sarebbe un ulteriore incentivo a viaggiare e sostenere le attività di accoglienza del nostro paese. Ma adesso… partiamo.

Il tour prevede approssimativamente 1500 km che fatti tutti d’un fiato sarebbero circa 22 ore. Ma noi ovviamente lo spezzeremo in 9 tappe, fermandoci nelle località più suggestive. Ognuno poi lo può “modellare” secondo i propri gusti e prolungare i soggiorni nelle città oppure al mare, ed aggiungere o togliere tappe come meglio crede.

1° TAPPA – MILANO / CINQUE TERRE

Partenza da Milano e arrivo alle 5 terre. Facendo l’autostrada e passando eventualmente per Genova (si può anche sostare per pranzo), sarà già possibile vedere e transitare sul nuovo ponte di Renzo Piano (ex ponte Morandi) che già di per sé sarà una nuova attrazione (ed emozione dopo quello che è successo 2 anni fa). Si arriva poi lungo l’autostrada Genova-La Spezia fino alle 5 terre. La notte si può trascorrere in uno dei suoi 5 paesini, uno più pittoresco dell’altro: Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola, Riomaggiore. In loco un trenino si sposta lungo questi 5 borghi e permette di visitare in tranquillità tutto il parco nazionale ed i paesini.

2° TAPPA – CINQUE TERRE / FIRENZE 

Scendendo verso Livorno costeggiando il mare, si imbocca la “famosa” FI-PI-LI (Firenze- Pisa-Livorno) e si arriva diretti a Firenze. Firenze parla da sé e ci sarebbe troppo da scrivere su di “LEI”. Quindi solo qualche dritta. Piazzale Michelangelo per una vista dall’ alto mozzafiato. Tutto il centro storico, col museo degli Uffizi, palazzo Pitti, Ponte Vecchio, San Lorenzo col suo Mercato…e poi una bella Fiorentina per cena. Ricordate che ” sotto tre diti, l’è carpaccio “.

Firenze è la città di Benedetta. Città dove è nata e cresciuta. Per lei è senza dubbio la città più bella del mondo. Non solo perché è una fiorentina ma perché ogni volta che si sente un po’ giù, passeggiare per Santa Croce, Borgo Albizi oppure fare due passi per Santo Spirito la fanno sentire meglio. Lei dice che ” Firenze è piccina ed è vero ma è casa mia ” e mai avrebbe voluto vedere scritta sulla carta di identità un luogo di nascita diverso.

 Vale 2 giorni ben spesi (anche 3 per i più appassionati d’arte).

3° TAPPA – FIRENZE / ARGENTARIO

Passando da Siena (vale una visita) e attraversando la Maremma Toscana, si arriva ad Orbetello e poi alla penisola dell’Argentario. Qui ci aspetta natura selvaggia e mare cristallino. Cala Grande, Cala del Gesso, La Cacciarella per i più avventurieri. Non si può non amare l’ Argentario. Anche meta di molti vip con tanto di barca. Va bene per tutti…per i più chic c’ è Porto Santo Stefano, per i più hippie ci sono tanti mercatini. Comunque siate… il mare è un incanto.

4° TAPPA – ARGENTARIO / ORVIETO

Dall’Argentario e dalla costa toscana, ci spostiamo verso l’interno per arrivare in Umbria e precisamente ad Orvieto. Orvieto è una città piccola, circondata da mura, che sorge su una rupe di tufo circondata da campi e colline a perdita d’occhio nella valle del fiume Paglia. Città antica e ricca di storia etrusca e romana con tantissime chiese anche molto diverse tra loro. Sicuramente quella principale e per cui vale la pena una sosta e la visita alla città è il Duomo, dedicato a Santa Maria Assunta, capolavoro dell’architettura gotica italiana. La sua facciata vale la deviazione interna e la sosta in città, dove per altro si mangia anche molto bene. Le sue strade sono strette e ci sono tanti sensi unici. Bisogna parcheggiare all’esterno della città e poi entrare a piedi. Si può prendere in considerazione di soggiornare nella campagna sottostante per questioni di “spazi”. 

L’Umbria: cuore dell’Italia

Altro consiglio è quello di visitare la vicina Civita di Bagnoregio (nel Lazio) detta anche la città che muore. Civita è un piccolo gioiello italiano incastonato nelle valli della Tuscia giacente su una rupe di tufo che col passare del tempo si assottiglia sempre più rendendo sempre più incerto il futuro di questo borgo (per questo la città che muore). Il posto è comunque incantevole e vale sicuramente la visita.

5° TAPPA – ORVIETO / CASCATA DELLE MARMORE

Giornata nella natura potente. Attraversando le valli umbre, si giunge fino alla Cascata delle Marmore. Questo sito non è totalmente naturale, in quanto il flusso d’acqua è regolato dall’uomo tramite una diga a monte della cascata. Si può parcheggiare sia ai piedi che a monte della cascata. Vari sentieri che attraversano il parco e svariati varchi che attraversano i salti della cascata, vi permetteranno facendo anche un po’ di movimento di spostarvi da monte a valle e/o viceversa. Andate sul sito delle cascate per vedere gli orari in cui la diga è aperta e non perdervi lo spettacolo di vedere le cascate in piena… sono uno spettacolo di una potenza inaudita e portatevi un k-way per non bagnarvi. In alcuni punti l’acqua è così forte che ci si bagna, soprattutto se decidete di imboccare il tunnel che porta praticamente dentro ad essa. Emozionante e poderosa la forza della natura che si prova qui!

6° TAPPA – CASCATA DELLE MARMORE / ROMA

Beh..qui non servono troppi commenti. Roma città eterna, la capitale d’Italia, se non la più bella una delle città più belle al mondo. Un museo a cielo aperto. Passeggiando per le sue vie, ovunque ti giri trovi qualcosa di storico o artistico che ti lascia senza fiato. E poi tutte le sue chiese, in primis ovviamente la Basilica di San Pietro in vaticano, che consiglio a tutti di vedere dall’interno. Suggerisco anche la visita ai musei vaticani. Approfittate del suo cibo anche da strada e lasciatevi trasportare. Se siete un po’ mondani non perdetevi una serata per le vie di Trastevere…la zona della movida. Per elencarvi tutto quello che c’è da vedere tra chiese, palazzi della politica, piazze, musei e quant’altro servirebbe un’enciclopedia… quindi non mi dilungo oltre. Le informazioni sulle cose “principali” le potete trovare ovunque (alcune dritte le potete trovare su questo blog dove ho già scritto di Roma). 

Roma, caput mundi!

7° TAPPA – ROMA / NAPOLI 

Vale in misura minore il discorso fatto per Roma…vedi Napoli e poi muori. Molte informazioni le trovate sempre su questo blog dove c’è già un articolo su Napoli e la costiera amalfitana. Napoli è chiassosa, caotica, bella e decadente allo stesso tempo. Artistica, rumorosa, solare e… si mangia da Dio. Visitate tutti i quartieri, sia quelli più eleganti come il Vomero e Chiaia, sia quelli più “particolari” come i quartieri spagnoli. In qualsiasi caso…non vi lascerà indifferenti e portate pazienza…qui la fretta non è di casa.

Napoli, bellezza e caos del sud Italia

 

Da Napoli suggerisco anche una giornata in costiera Amalfitana, partendo da Sorrento per scendere fino a Maiori (almeno) ed assaporare il mare e lo spettacolo dei saliscendi vista mare che offre. Indimenticabile. 

Costiera Amalfitana, incanto e confusione

 

8° TAPPA – NAPOLI / MATERA 

Da Napoli ci si dirige verso la costa ionica addentrandoci nelle colline campane e poi lucane, fino ad arrivare a Matera, la città dei Sassi. Matera capitale della cultura 2019 un gioiello italiano incredibile. I suoi sassi, così chiamati i suoi edifici del centro storico, sono qualcosa di indescrivibile. Sembra di essere in un presepe. Perdetevi tra le sue vie e tra i suoi negozietti di artigianato ed i suoi ristoranti all’interno delle grotte. Inoltre non dimenticate una visita al parco delle chiese rupestri, dal quale si ammira la vista migliore sulla città… da restare senza fiato.

 

9° TAPPA MATERA / SALENTO

Il viaggio alla scoperta dell’Italia (di una parte di essa per essere precisi) si conclude con un soggiorno balneare nel Salento, in Puglia. Il mare non ha molti rivali nel mondo e questa zona della regione è diventata popolarissima negli ultimi anni proprio per il suo mare e la sua bella vita, tanto da attirare molte famiglie e anche tantissimi giovani. Ognuno qui troverà il suo paesino ed il suo angolo per isolarsi dal caos. Anche il cibo è una ragione ottima per soggiornare e terminare il viaggio qui in Puglia… ma d’altronde in Italia si mangia bene un po’ ovunque!

Eccovi illustrata quindi una proposta gipsy per un viaggio in Italia. Chiaro che il nostro paese è talmente grande e bello che questa è solo una minima parte di quello che si può visitare. Stiamo già pensando ad un altro tour magari partendo dal Trentino per scendere lungo la costa adriatica fino alla Calabria. Senza dimenticare le nostre splendide isole, dalle principali Sardegna e Sicilia (di cui racconteremo e che in parte abbiamo già raccontato su questo blog), ma senza dimenticare anche quelle minori, da Lampedusa, alle Egadi, alle Tremiti, alle Eolie, all’Elba… e tante altre. 

Ce n’è per tutti, la speranza è quella di potersi muovere. Una cosa che è sempre stata scontata nel nostro DNA e che invece abbiamo scoperto dover apprezzare perché, come per questo virus, potrebbe esserci negata.