Il viaggio che ti manca

Non c’è dubbio che questa sia una crisi senza precedenti.

Il Coronavirus ha di fatto azzerato tutti gli spostamenti in Italia, in Europa e nel mondo. Un’emergenza globale, mai conosciuta, mette in crisi l’economia mondiale e conseguentemente anche e soprattutto gli spostamenti ed il turismo.
Chi come noi ha la malattia dei viaggi oppure è abituato a spostarsi ogni week end per stare insieme, credo stia arrivando ( citando il maestro Pedro Almodóvar ) sull’ orlo di una crisi di nervi. Ma in questo momento bisogna anche essere consapevoli. Consapevoli delle responsabilità verso sé stessi e verso gli altri. Tutti al servizio di tutti. Tutti che sacrificano qualcosa per il bene di tutti (o almeno così dovrebbe essere, se non altro per riconoscenza a chi sta cercando negli ospedali di salvare il salvabile).
Noi e tutti quelli come noi che si muovono spesso in auto, in treno, in aereo e che programmano con mesi di anticipo i viaggi iniziando a pianificare ed a sognare la prossima meta… ora sono sperduti. Sperduti sì perché la prospettiva di non sapere quando e come riusciremo a muoverci ci imprigiona. Chi come noi aveva già fatto prenotazioni e progetti per i prossimi 2-3 mesi, vive nell’ incertezza della partenza o peggio ha già dovuto cancellare tutto.
Adesso è il momento di resistere per apprezzare di più quando torneremo a farlo e quando diremo “ oh…ti ricordi quando eravamo bloccati in casa?”. L’attesa del viaggio ne è essa stessa parte integrante e quando l’attesa è così lunga, l’apprezzamento sarà ancora maggiore.                                            Noi (io e Benedetta) non vediamo l’ora di rivederci: Milano e Firenze in questo momento sembrano lontanissime. Ma non vediamo anche l’ora di riprendere un aereo per condividere una nuova esperienza a spasso per il mondo.
Non perdiamo la speranza di farlo a breve, magari già entro l’estate e tornare un po’ alla normalità. Nel frattempo, come ci sottolinea anche la nostra amata Lonely Planet …rimaniamo a casa.

In questo momento di crisi un blog di viaggi deve anche dare qualche indicazione per chi vorrebbe partire, e quindi ecco qualche suggerimento.

Per chi ha voli già prenotati da oggi fino a maggio/giugno, le compagnie aeree (quasi tutte) offrono il rimborso integrale dei biglietti o il cambio con altre destinazioni (dove l’ingresso agli italiani sia permesso) quasi sempre senza ulteriori sovraprezzi o penali… valutate bene se vi conviene rischiare e nel caso cancellate senza problemi.
Se decidete di non cancellare informatevi se il paese o la regione dove state andando non impone la quarantena a chi arriva… farsi 15 giorni di ferie chiusi in qualche posto a scontare norme sanitarie restrittive non è il massimo, oltre al fatto che nella malaugurata ipotesi doveste prendervi il virus non sapete come sarete curati.
Per quanto riguarda hotel o auto a noleggio, ricordatevi di guardare i termini di cancellazione, spesso sono previste cancellazioni senza penali o penali ridotte fino ad una certa data. Se avete una polizza viaggio annullamento sfruttatela in caso non possiate fare cancellazioni… almeno recuperate anche la parte non rimborsabile.
Per i più audaci, questo sarebbe il momento di rischiare la prenotazione di voli e ferie estive…prezzi stracciati ovunque e per qualunque mezzo. E’ un terno al lotto… ma se avete la possibilità di rischiare qualche soldo e scommetterci, sicuramente avrete possibilità di fare vacanze low cost un po’ ovunque perché tutti aspetteranno le vostre prenotazioni a braccia aperte.
Ed in ultimo direi che forse per quest’anno conviene aiutare un po’ la nostra Italia a risollevarsi. Muoviamoci nel belpaese! Non ci manca niente, l’ Italia è una nazione bellissima, invidiata da tutto il mondo. Inoltre abbiamo la certezza che qualsiasi cosa succeda , i nostri medici sapranno curarci, cosa che non sempre in giro per il mondo è scontata.
Forza ragazzi… cerchiamo di essere ottimisti… presto torneremo a viaggiare, nel frattempo state con noi per avere meno nostalgia! 😉

E, sempre Lonely Planet ( no,non siamo sponsorizzati ) oggi ha messo in vendita il libro che ti cambierà il lockdown!!! Quale miglior periodo per giocare e divertirsi un po’ ??!

L’ Italia è arte, è cultura. La nostra nazione è grande nel mondo. Ha superato scenari di guerra. Siamo italiani e combatteremo come sempre, fino alla fine. Ed in fondo… andrà tutto bene.

Anche la nonna di Benedetta lo ripeteva sempre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − quattro =