Mare d’amare: le spiagge ed i mari migliori
Una nascosta spiaggia di Langh Tengah in Malesia

Mare d’amare: le spiagge ed i mari migliori

Alla scoperta delle spiagge e dei mari migliori in base ai viaggi fatti e quindi ai miei gusti ed esperienze personali

Facciamo un po’ d’ordine mentale tra tutte le spiagge ed i mari visti finora durante i miei viaggi, stilando una sorta di “classifica” dei miei preferiti. Premetto che sono un amante del mare in tutte le sue forme. Per me il mare è vita, è relax, è libertà, è armonia, è passione, è forza. D’altronde sono un pesci…e non potrebbe essere diversamente. Chiaro… mancano tanti posti, tante isole, tante nazioni, quindi molti potrebbero obiettare su alcune mie scelte, o aggiungere altre destinazioni.
Sarei felice di leggere i vostri suggerimenti e le vostre esperienze o “classifiche” nei commenti, così che tutti possano attingere spunti per i loro viaggi futuri. 😉

Partiamo con la mia classifica globale, comprendendo ovviamente anche l’Italia, che credo personalmente abbia dei mari che non fanno invidia a nessuno. Premetto che non sono mai stato alle Maldive…quindi potrei essere immediatamente contestato sulla prima posizione.
Altra premessa che spiega la mia personale classifica: a me piacciono le spiagge di sabbia bianca, non amo le rocce ed i sassi, quindi sono assolutamente di parte.

Prima posizione: Seychelles.
Il mare delle Seychelles è unico, c’è poco da fare. E non parlo solo dell’acqua in sé, ma di tutto il contesto naturale nel quale si trova. Spiagge come Anse Lazio o Anse Volbert restano subito nel cuore di chi le vede e sono difficili da dimenticare. Io ho avuto la fortuna di vederle e viverle facendo una crociera in catamarano e potendo quindi godere dei colori del mare in ogni sua sfaccettatura. Navigando tra le isole, ci sono punti nei quali i colori ed i riflessi dell’acqua sono incredibili. L’acqua è di un colore verde smeraldo e la natura intorno rigogliosa e verde. Poi ci sono gli immensi massi di granito, che evocano lo scenario tipico delle isole.. non ci sono eguali al mondo.

Seconda posizione: Cuba
Il mio recente viaggio a Cuba (leggi qui) mi ha fatto apprezzare moltissimo questo mare. Sono sicuramente influenzato dall’atmosfera gioviale dell’isola e dalla sua natura, ma a prescindere da questo, il mare in sé è di un azzurro intenso in tutte le sue sfumature e la sabbia bianca accecante è spettacolare. Varadero (a parte il fatto che è troppo turistica) ha un mare di un azzurro incredibile e caldissimo. Cayo Santa Maria è idilliaca. Mi mancano Cayo Largo e gli altri Cayos del nord, ma credo potrebbero solo confermare questa posizione.

Terza posizione: Isole Perenthian e Langh Tengah (Malesia)
Forse sono meno spettacolari della miriade di piccole e paradisiache isole della zona nord del Borneo (che non ho visto, ma sono paradisi per i sub). Ma quello che ho visto mi è bastato per poter classificare queste isolette sulla costa orientale della penisola malese in questa posizione. Anche qui la natura potente, le spiagge deserte e bianche, donano un contesto naturale perfetto alla scenografia. Il mare va dalle tonalità del verde chiaro a quelle dell’azzurro a seconda delle zone, e vedere lo spettacolo dalla barca facendo anche solo una gita giornaliera è tanta roba. Il panorama marino e della costa è un misto tra Seychelles, Maldive, e Thailandia…insomma ce n’è per tutti i gusti.

Quarta posizione: Formentera
C’è poco da fare, Formentera (leggi qui) è stabilmente nel mio cuore. Nel mediterraneo, tra i posti visti, Formentera è tra le mie preferite. Mi piace la libertà di girare l’isola in scooter, la natura intorno alle sue spiagge, e il mare azzurro trasparente eccezionale, soprattutto a Illetes ed Es Arenals. Bello, per chi ama il mare è il top.

Quinta posizione: Zanzibar
Mar d’Africa! Scusate il gioco di parole, ma Zanzibar è incredibile. Al di là delle spiagge sulla costa est, forse le più famose, che soffrono però molto del fenomeno delle maree ed a volte sono anche un problema per chi vuole fare un bagno, vorrei spendere 2 parole su Nungwi, la spiaggia a nord. Questa spiaggia, che soffre in maniera residuale del fenomeno maree, è sensazionale. Prima di tutto il colore del mare e trasparenza dell’acqua…ti lasciano a bocca aperta. Poi la sabbia bianca, di un bianco borotalco accecante, dove è veramente impossibile passeggiare senza gli occhiali da sole. Poi i tramonti che si possono godere da qui stando comodamente seduti sul lettino. Fenomenale!
E poi, se avete la fortuna di capitare con la luna piena, il riflesso della luna e la sua luce che riescono a filtrare nell’acqua e farne vedere la trasparenza persino di notte..emozione splendida!

Uno dei tratti della psiaggia di Nungwi


Sesta posizione: Sardegna
Dite quello che volete, ma il mare della Sardegna, in qualunque zona è splendido. Forse il paesaggio è un po’ più arido e monotono intorno alle spiagge, rispetto ai mari tropicali, ma il mare in sé è stupendo. La zona della Tavolara è un susseguirsi di incredibili cale. Da cala Brandinchi, a capo Coda Cavallo alla Cinta. Nel sud, nella zona di Villasimius e fino alla costa Rei, sono tutte bellissime. Ancora a nord c’è la Pelosa che anche paesaggisticamente è incredibile con l’Asinara alle spalle. Poi la Maddalena con Spargi e Budelli. E ancora Cala Goloritze…c’è solo l’imbarazzo della scelta..si cade sempre in piedi.

Spiaggia della Pelosa a Stintino


Settima posizione: Minorca

Sorella della vicina Formentera, quest’isola delle Baleari è un piccolo paradiso per gli amanti del mare. Minorca è molto tranquilla e compassata, molto meno movimentata di Ibiza o Formentera. Ma il suo mare è semplicemente splendido. Sottolineo tutte le spiagge della costa sud: da cala Mitjana, a Son Bou, a Cala Macarella e Macarelleta, per finire con cala en Turqueta. Azzurro profondo e cristallino, contesto naturale molto vario, che va dalla spiaggia bianca con piccole dune, alla scogliera bianca, alla piccola caletta nella macchia mediterranea. Ce n’è per tutti i gusti. Invece a nord dell’isola il panorama cambia completamente con scogliere a picco sul mare, e spiagge rosse, incastonate fra le rocce, con acqua più fredda e blu…diverso ma ugualmente accattivante.

Cala En Turqueta a Minorca

Ottava posizione: Messico, penisola dello Yucatan
Tutta la costa caraibica messicana della penisola dello Yucatan offre spiagge molto belle. Cancun forse è la più turistica e meno tipica, con l’agglomerato di alberghi alle spalle della spiaggia. Ma scendendo verso playa del Carmen ci sono angoli ancora splendidi. Ad esempio la zona di Playa Maroma, quella di playa del carmen stessa, fino ad arrivare a Tulum, dove si può godere ancora di pace e di un ambiente quasi selvaggio, specialmente non appena si prosegue dopo il sito archeologico. Il colore è azzurro intenso, la sabbia bianca candida e l’acqua calda. Notevole.

Un tratto di spiaggia dopo le rovine di Tulum


Nona posizione: Isole Gili (Indonesia)

Per venire qui dovete prepararvi all’isolamento. Piccolissime, verdissime, senza alcun mezzo di trasporto se non carrelli trainati da cavalli e le vostre gambe. Qui si è proprio a contatto con la natura. Le spiagge sono strette e subito si accede alla barriera corallina, ma il mare è incantevole. E il selvaggio contesto naturale è una cornice degna di nota. Io sono stato nella più grande Gili Trawangan, ed è veramente fuori dal mondo. Da provare per pochi giorni e per temerari.

Una delle strette spiagge di Gili Trawangan


Decima posizione: Favignana (Sicilia)

Favignana è una piccola perla nel mediterraneo. Il suo mare è incredibile e va apprezzato bene girando l’isola in barca. Cala Rossa ad esempio è spaziale. La pecca è che le spiagge sono piccole o inesistenti, e bisogna stare sulla roccia..per questo l’ho messa per ultima perché, come ho detto, amo la sabbia bianca. Ma i colori del mare sono eccezionali…e se dovessi fare una settimana qui in barca, probabilmente scalerebbe in fretta la classifica.

Il mare di Levanzo piccola isola vicino a Favignana

Dalla classifica resta fuori a malincuore Rio de Janeiro, il cui mare non ha i colori dei 10 descritti fin qui, ma meriterebbe un posto solo per la sua spiaggia di Ipanema che è un’icona di stile ed un mood mondiale. Viverla è un’esperienza, nonostante il mare non sia idilliaco.
Poi rimangono fuori la Puglia e la Sicilia, anche perché spesso le spiagge non sono così curate soprattutto in angoli più remoti, per quanto il mare anche qui sia incantevole.
Resta fuori la Grecia e le sue isole, ma solo perché, con mia estrema colpa, ancora non sono andato a visitarle e quindi non le posso giudicare.
Il resto che ho visto è decisamente bello, ma non così degno di nota. Potrei citare le Hawaii, Venice Beach, Miami, Santo Domingo, Nassau (Bahamas), Sharm, Marsa Alam, Dubai, Koh Samui, Sydney, tutte particolari e belle nel loro genere, ma non col connubio perfetto di natura, spiaggia bianca e mare cristallino delle altre dieci.

Lascia un commento

due − 1 =

Chiudi il menu

Ti piace il Blog? Condividilo!