New York: la capostipite delle metropoli moderne
Vista dall'Empire State Building verso nord

New York: la capostipite delle metropoli moderne

Eccomi a parlare di New York. Una delle metropoli che preferisco. Mi ha impressionato fin dalla prima volta nel lontano 2003. Ma d’altronde New York penso che per nessuno possa considerarsi una città “sconosciuta” perché anche chi non ci è mai stato.. ha visto un film, ha ascoltato canzoni, ha letto libri e visto foto…New York è un po’ di tutti.

Come dicevo la mia “prima volta” (alla quale ne sono seguite altre 2) fu nel 2003. Arrivato a New York…ero eccitatissimo. Per i motivi detti prima tutti hanno la loro idea della città, ma quando ti ci ritrovi dal vivo…l’emozione è forte. Le aspettative sono alte…e non sono rimaste deluse…anzi. New York è…New York. Ogni volta è sempre nuova, diversa e sorprendente.
La Grande Mela è una città attiva, cosmopolita, giovane, che si sa rinnovare sempre, che si sa riqualificare, che unisce la storia all’innovazione architettonica, che si sa sempre rialzare (come dopo l’11 settembre 2001) e ulteriormente modernizzare soprattutto agli occhi dei turisti.
In quella prima visita la girammo praticamente tutta a piedi…fu molto stancante anche perché era un agosto afoso, però ero pienamente appagato. Le immagini dei grattacieli e delle sue vie sono sempre vivi nella mia mente. Attraversare il ponte di Brooklyn a piedi, vedere la Statua della Libertà, Chinatown, Times Square, i musei, Central Park.

E poi i suoi grattacieli…l’Empire State Building e il Top of the Rock del Rockfeller Center su tutti. New York merita in maniera ineguagliabile di essere vista dall’alto per chi non soffre di vertigini!  Salire sull’Empire State Building è un “must”, la sua vista dalla cima abbraccia tutta Manhatthan, Brooklyn, il Queens e va fino al vicino New Jersey! Stupenda (per me la migliore) la vista dalla cima del Top of the Rock del Rockfeller Center, che permette di vedere bene il rettangolo verde di Central Park, ma anche lo skyline con l’Empire compreso fino ai grattacieli di Wall Street..incredibile tanto di giorno quanto di sera, e ovviamente al tramonto! (vedi i miei 2 articoli sui tramonti e la vista dall’alto)

E poi ancora… i negozi, la gente, i locali…vita ad ogni ora del giorno e della notte. Le sue luci e la sua atmosfera sono ineguagliabili.
La sensazione che più mi lasciò spaesato fu quella di vedere il cielo a strisce; camminare per le strade di Manhattan in mezzo ai grattacieli e vedere solo delle strisce di cielo azzurro…sensazione strana, di immensità…emozionante. Fu veramente una bella esperienza e la città mi è rimasta da allora sempre nel cuore..bella in ogni stagione.

Nelle visite successive (ultima nel 2016), la città è sempre stata in grado di stupirmi come la prima volta. Passeggiare per le sue vie, vivere la città, fare shopping, bere un caffè…insomma godersi la città senza dover correre per vedere quello che già si è visto…è bello e rilassante. Inoltre ne ho approfittato per vedere anche cose nuove.
Ad esempio mi sono concesso mezza giornata a Coney Island, una delle spiagge di New York. Siamo ad 1 ora di metro da Manhattan, e qui ci si ritrova proiettati in un paesaggio di mare, con una lunghissima passeggiata lungo l’oceano piena di negozi, ristoranti, fast food, luna park ed una spiaggia immensa. Qui è anche l’ideale per fare sport e, d’estate, ci si può concedere una giornata di relax e farsi anche un bagno (seppur con l’acqua non proprio calda).

Un altro nuovo quartiere molto bello e riqualificato completamente è quello del Meatpacking District, nella parte ovest di Manhattan. Qui fino alla metà del 900, sorgevano i macelli, era la zona della carne, fatta di grandi capannoni con mattoni a vista che danno sull’Hudson River. Ora hanno riqualificato tutti questi grandi locali, con ristoranti, bar, negozi, un parco sopraelevato che costeggia tutto il fiume tra costruzioni avveneristiche e nuovi appartamenti residenziali; è incredibile come si possa rendere vivibile un’area degradata fino a qualche anno fa. E a New York ci sono tanti esempi di sistemazioni e riqualificazioni di aree e vie….a dimostrazione che la città è in continuo movimento ed evoluzione.
Anche la nuova area di Ground Zero è stata completamente ricostruita e riqualificata, oltre alla nuova scintillante Freedom Tower ed al museo del 11/9, ci sono le 2 grandi fontane in memoria dei morti e dei dispersi, tanto verde, e tanti nuovi edifici a circondare la zona.

A livello di musei…c’è solo l’imbarazzo della scelta. Anche in questo New York è la capitale del mondo. Sicuramente merita una visita il Guggheneim oltre che per le opere dell’impressionismo, anche per la struttura stessa, a spirale, del museo. Poi il Moma, il museo di arte moderna. Il Metropolitan (immenso), e il Museo di Storia Naturale che è davvero sorprendente per chi ama il genere (come me). Non li sto a citare tutti, ma ce ne sono innumerevoli anche di “minori” che sicuramente non vi faranno annoiare nelle giornate piovose e sono un’ottima alternativa allo shopping! 😉

Capitolo hotel. A New York sono cari…c’è poco da fare. Ed oltre a quello, spesso sono anche di qualità medio-bassa (come in tutti gli Stati Uniti del resto), di conseguenza trovare una buona sistemazione ad un costo accettabile diventa impresa ardua. Lo standard è generalmente basso, innanzi tutto perché anche i grossi hotel da centinaia di camere sono in edifici molto vecchi e mai ristrutturati, con moquette anni 60 che parlano da sole, letti semi-distrutti, bagni infimi e vecchi arredi. Trasudano “storia” solo a guardarli. Una ringiovanita non ci starebbe male. E questi solitamente hanno prezzi più abbordabili, sono 2-3 stelle ed offrono una decenza minima (finché ci si passa solo la notte…si possono accettare).
Ma se si vuole uno standard leggermente superiore…allora le cose si complicano. Innanzi tutto, per avere un discreto standard bisogna stare sulle 3 stelle e mezzo / 4. Le grandi catene che stanno nei grattacieli più nuovi, hanno prezzi molto alti e sicuramente offrono tutti i comfort anche in termini di struttura. Oppure bisogna cercare zone di Manhattan su vie secondarie o leggermente fuori da Times Square. Ad esempio ho trovato un ottimo hotel sulla 11 avenue (15 minuti a piedi da Times Square) oppure sui primi 2 avenue fino alla Lexington…siamo vicinissimi al “centro”, comunque a Manhattan, e i prezzi sono “accettabili”. Considerate che con la metro a New York sia arriva ovunque, compresi Brooklyn, Bronx, Queens, fino a Coney Island ed oltre.

Altra cosa da tenere in considerazione è che la colazione non è praticamente mai compresa, ed aggiungerla ha il suo notevole costo. Quindi dovrete uscire e fermarvi da Starbucks, Apple Bees, Mac Donalds o Dunkin Donuts, per ristorarvi ed iniziare la giornata, in puro stile americano.
Consiglio: in ogni caso, qualsiasi tipo di struttura sceglierete e di qualsiasi categoria, state a Manhattan. Ricordatevi che comunque siete sempre turisti, e anche di sera Manhattan offre molto (anche solo per fare una passeggiata). In quartieri come Brooklin ad esempio, uscire alla sera è decisamente meno sicuro, non c’è grande offerta turistica, e anche di giorno per muovervi dovete sempre farvi almeno mezz’ora di metro per arrivare a Manhattan…insomma…a Mahattan risparmiate tempo, denaro nei mezzi di spostamento, e potrete vivere maggiormente la città spostandovi a piedi. Quello che risparmiereste stando a Brooklyn, lo spendereste in tempo perso e spostamenti…non conviene.

Se avete pochi giorni consiglio la New York city pass. Permette di vedere 6 tra le attrazioni principali (e non sono poche se avete pochi giorni) a prezzo scontato. Per gli spostamenti invece basta fare una metrocard ricaricabile.. e andrete dove volete. E ricordate: a New York, nelle stazioni della metro, le linee interne delle banchine sono quelle che saltano alcune fermate, sono quelle più rapide, mentre le linee esterne sono quelle che fanno tutte le fermate! 😉

Per il resto, godetevi la città e camminate per i suoi quartieri più che potete…è l’unico vero modo per viverla appieno. Godetevi una mezza giornata a Central Park, attraversate a piedi il ponte di Brooklin, camminate sulla 5th avenue, entrate in uno dei suoi grandi centri commerciali (Macy’s ad esempio), andate a godervi uno spettacolo a Broadway o una partita di basket (o un concerto) al Madison Square Garden. Camminate tra i grattacieli di Wall Street, buttate un occhio a Chinatown e Little Italy (ormai quasi scomparsa) e per finire passate per Times Square sia di giorno che, soprattutto, di sera quando è avvolta dalle sue luci, dai cartelloni pubblicitari illuminati, e l’atmosfera è incredibile!
New York è per tutti, per tutti i gusti e per tutte le tasche. Tutti a New York possono ricavarsi la loro vacanza ideale, e tutti rimarranno soddisfatti ed affascinati da questa splendida metropoli che ha fatto e continua a fare la storia mondiale, sia economica che in fatto di tendenze.

Questo articolo ha 2 commenti.

    1. Certo…copiare l’articolo non è il massimo della professionalità…e dell’inventiva…

Lascia un commento

20 − 17 =

Chiudi il menu

Ti piace il Blog? Condividilo!