La vista dall’alto…cambia la prospettiva!
Vista di New York dal Top of the Rock

La vista dall’alto…cambia la prospettiva!

Purtroppo non ci posso far niente…è un’altra delle mie fissazioni dopo i tramonti…vedere le città e le meraviglie della natura dai punti panoramici. Credo di non essere l’unico al mondo ad avere questa passione.

Se ci pensate bene ovunque voi andiate trovate sempre l’indicazione per il “punto panoramico”, “view point”, “lookout” e l’attrazione morbosa verso questi punti per avere una visuale d’insieme su un parco, su un lago, su una montagna, su una strada o sul mare..è forte. Spesso si fanno lunghe deviazioni dal percorso originale programmato per passare da questi punti panoramici, che sono essi stessi delle attrazioni principali senza aver fatto nulla.. ma solo per il fatto di avere una posizione privilegiata che ci fa godere di uno spettacolo su ciò che ci circonda. Molti di essi lo sono diventati anche grazie all’uomo, che si è innamorato della vista che si godeva da alcune determinate prospettive e ne ha fatto straordinari luoghi turistici da migliaia di persone al giorno.

Lo stesso succede quando siete in una grande metropoli come New York, Chicago, Rio de Janeiro, Bangkok, ma anche Milano o Roma, ovunque e comunque troverete modo di salire sul grattacielo più alto per avere la visuale della città o della baia dall’alto…e spesso anche a prezzi non accessibilissimi. In ogni caso alla fine la voglia di salire in alto vince…e nonostante lo “sforzo” economico…eccovi in cima ad ammirare il panorama.

Sarà che sono già fisicamente portato all’altezza (sono 195 cm), ma in me questa tendenza ad andare in alto a vedere e ad osservare da questa prospettiva affascina ancora di più. Non soffro di vertigini e non soffro di claustrofobia da ascensori veloci…quindi nulla mi può fermare verso questa corsa al cielo.
Credo di esser salito (in alcuni casi anche in più occasioni) sui grattacieli o sulle antenne più alte delle grandi città, ogni volta che vi soggiornavo. Vedere le città dall’alto, da una prospettiva diversa, ti fa ammirare la struttura urbana e capire come è stata sviluppata la metropoli e i luoghi che hai già visitato o che dovrai visitare. Se poi la città dà sul mare…beh…avendo anche un amore innato per il mare…rende tutto ancora più affascinante ed imperdibile. E se poi lo si fa anche nell’orario del tramonto l’idillio è completo.

Alcuni dei migliori punti panoramici che ho visto nella mia vita finora, parlando di scenari naturali, sono questi:

– le cascate del Niagara (dalla parte canadese);
– le Three Sisters nel parco delle Blue Mountains appena fuori Sydney;
– God’s View in Sudafrica ai confini col Kruger;
– il Grand Canyon (ci sono vari punti panoramici);
– il Cristo Redentore a Rio de Janeiro (sensazionale la vista sulla città…vedi articolo dedicato..);
– il punto panoramico sulla valle di Vinales a Cuba;
– i vari punti panoramici sulla valle dei camini delle fate a Goreme in Turchia;
– la scogliera del tempio di Tanah Loth a Bali
– la scogliera delle rovine di Tulum in Messico;
– la scogliera dei 12 apostoli sulla Great Ocean Road.

Se parliamo invece di città…beh…qui c’è veramente l’imbarazzo della scelta:

New York sia l’Empire state Building che il top of the Rock (che personalmente preferisco per la vista anche su central park);
– Chicago dal suo “big john” l’hankook tower, il grattacielo che dà sulla città da una parte e sul lago Michigan dall’altra (bellissimo);
– La CN tower a Toronto;
– La collina di Hollywood a Los Angeles;
– La Stratosphere tower a Las Vegas;
– La London Eye a Londra;
– La Tour Eiffel a Parigi, ma anche la collina di Montmartre;
– La Bayoke Sky Tower a Bangkok;
Sydney Harbour Bridge a Sydney;
– Il Burji Khalifa a Dubai;
– la collina del Montjuic a Barcellona da palazzo reale, con la scalinata che dà su plaza D’Espanya
– la montagna del Corcovado a Rio dal suo Cristo Redentore (vista su città e baia di Guanabara dall’alto impagabile), ma anche la vista dal pan di zucchero ha il suo perché.

Molti altri spero di aggiungerne nei miei prossimi viaggi, e li aggiungerò a questo articolo.

Insomma, da sempre vedere i luoghi dall’alto affascina l’uomo che cerca di rendere accessibile a tutti le meraviglie del mondo e le grandi città. Il famoso “colpo d’occhio” è la cosa che più appaga il viaggiatore che vuole vedere nuove cose e scoprire coi suoi occhi. E per aggiungere un’altra massima “anche l’occhio vuole la sua parte” e forse per chi viaggia l’occhio ha sempre la sua parte preponderante.. e ammirare dall’alto ne è, secondo me, una parte fondamentale.

Lascia un commento

12 + tre =

Chiudi il menu

Ti piace il Blog? Condividilo!